MAL DI SCHIENA? TORNA A VIVERE SENZA DOLORI CON L’OSTEOPATIA

 

Sempre piu’ persone soffrono di dolori alla schiena, faticano o non riescono a compiere i semplici gesti della vita quotidiana, come alzarsi dalla sedia o dal letto, piegarsi , lavarsi i denti, camminare, correre, raccogliere un oggetto, guardare in alto e tanti altri movimenti.

Comunemente la causa di questi dolori viene attribuita a degenerazioni discali quali discopatie, protusioni o ernie, ma la verita’ e’ che nella maggior parte dei casi (e quasi sicuramente anche la tua che stai leggendo questo articolo), la degenerazione del disco e’ secondaria ad atteggiamenti posturali non fisiologici, protratti nel tempo, e sta scatenando dolore solo perche’ e’ continuamente stressata da altri fattori. Infatti analizzando l’anatomia vertebrale, possiamo notare la presenza di legamenti, muscoli, fasce, che andranno ad inserirsi in altre strutture anatomiche vicine o lontane, permettendo poi al corpo di assumere un buon o cattivo assetto posturale, e la possibilita’ di compiere movimenti biomeccanicamente corretti o non.

E’ importante ricordare che la nostra postura non e’ influenzata solo da come ci muoviamo nella routine giornaliera, ma anche da fattori chimici patologici, quali l’alimentazione, obesita’, dibete, ipertensione, e fattori psico-emozionali come ansia, rabbia, stress.

Oggi nel 2018 tutta la comunita’ scientifica , concorda nel fatto che l’acerrimo nemico e fattore principale del mal di schiena e’ la sedentarieta’, con la scomparsa di movimento, esercizio fisico, associata ad una mal nutrizione.

Adesso e’ facile capire come strutture che lavorano male nel tempo possano andare in contro ad usura e dolori, ed essere influenzate da zone anatomiche distanti dal dolore

L’osteopatia, prendendo in considerazione l’organismo a 360º, ed e’ in grado di portare notevoli benefici

  • riportando elasticita’ ed equilibrio ai vari muscoli, tessuti, ridando mobilita’ alle articolazioni limitate nel movimento
  • ricreare una biomeccanica fisiologica (naturalmente la degenerazione anatomica del segmento vertebrale rimarra’ invariata ma verra’ aiutato a preservarsi nel tempo)
  • ripristino della funzione vascolare
  • la scomparsa del dolore.

Per ottenere un ottimo risultato, duraturo nel tempo, sara’ poi assolutamente necessario svolgere dell’esercizio fisico specifico, essendo stata proprio la sua mancanza ad avere portato il corpo in uno stato di dolore continuo.