EXERCISE IS MEDICINE

Il chinesiologo e’ il laureato in scienze motorie, si occupa della scienza che studia a 360º il movimento umano, sotto tutti i più svariati punti di vista :
• sportivo (preparazione atletica, performance)
• rieducativo ( riacquisto delle abilita motorie perse a causa di trauma o intervento chirurgico)
• preventivo
• amatoriale
• ludico
• fisiologico
Il chinesiologo applica le proprie conoscenze scientifiche di biomeccanica, fisiologia, anatomia, nutrizione, biochimica, psicologia e pedagogia del movimento per raggiungere gli obiettivi fisici che un utente si propone (es: postura, dimagrimento, performance sportiva, rieducazione funzionale, potenziamento muscolare, attività fisica adattata alle disfunzioni croniche e alle disabilità).

SCIENZA ED ESERCIZIO FISICO

E’ molto importante fare distinzione tra il termine “Attività fisica” ed “Esercizio fisico”, in quanto con il termine “Attività fisica” ci riferiamo a tutte quelle forme di movimento che determinino soltanto una maggiore spesa energetica rispetto alla condizione di riposo ( es. camminare, fare le scale, passeggiare con il cane, spostarsi in bicicletta, ecc..).

Il termine “Esercizio fisico” comprende tutte quelle attività che richiedono il movimento del corpo umano però con delle finalità ben precise ( riabilitazione, rieducazione posturale, forma fisica, preparazione atletica, performance, miglioramento metabolico, recupero da un infortunio, riatletizzazione, migliorare l’apparato cardiovascolare). Questi obbiettivi, ovvero cambiamenti fisiologici, si otterranno esclusivamente seguendo precisi criteri in termini di durata, intensità frequenza, recupero, alimentazione, qualità e quantità di movimento.

Questa viene definita “SCIENZA DELLO SPORT E DEL MOVIMENTO”, dove per avere un adattamento fisiologico, dose e risposta devono essere perfettamente calibrati, esattamente come nell’assunzione di un farmaco.
Pertanto la preparazione dell’atleta e di conseguenza la performance sportiva, ma anche il recupero da un infortunio o il ripristino di una funzionalita’ posturale corretta, non puo’, basarsi sulle esperienze pregresse degli atleti, allenatori, terapisti, ma deve essere costruita a tavolino con evidenze scientifiche.